I GuaritoriSpirituali filippini si dividono in due specifiche categorie:

  • chi lo è per lignaggio (nel senso che il nonno o il padre erano GuaritoriSpirituali) e quindi la sensibilità necessaria per essere un guaritore è congenita;
  • chi ha partecipato ad un percorso formativo.

Affidando il processo alle proprie guide, compito di un guaritore spirituale è di lasciarsi guidare nell’identificare blocchi energetici e nel rimuoverli.

Secondo il metodo tradizionale filippino, ogni Uomo oltre al corpo fisico ha un corpo spirituale ed un corpo animico. Ognuno di questi corpi ha un livello energetico proprio. Quando l’Energia non fluisce liberamente in uno o più di questi tre corpi, si manifestano dei blocchi che non consentono alla perfezione propria in ognuno di noi, di manifestarsi. Sul piano spirituale i blocchi riguardano situazioni specifiche (emotive e psicologiche) di questa incarnazione. Sul livello animico le situazioni riguardano principalmente l’albero genealogico, i campi morfogenetici, le vite precedenti.

La guarigione spirituale può perciò riguardare l’ambito emotivo, psicologico (paure, ansie, fobie), oppure direttamente quello fisico. Compito di un guaritore spirituale è quello di portare queste energie in armonia, seguendo le indicazioni ricevute dalle proprie guide spirituali, per consentire un lavoro di auto-guarigione, omnicomprensivo. Se il processo di guarigione è in moto, l’Energia che fluisce aiuterà il processo di guarigione nell’Uomo. E’ del tutto irrilevante come questi blocchi energetici si o squilibrio energetico si manifestino nel corpo. Dopo aver rimosso i blocchi  possibili, la persona riceverà un trattamento energetico per elevare la propria frequenza cellulare.

Durante la guarigione spirituale si assiste a processi straordinari spesso considerati umanamente impossibili.